Quando ero piccola mi accompagnavano sempre, o quasi sempre,  i miei nonni all’asilo.
Che sia stato a piedi- la scuola non era lontana da casa- o con la macchina, la nonna ed io ci soffermavamo sempre a guardare il prato incolto lungo tutta una discesa che portava a scuola.
Ed ogni volta la nonna mi diceva  « Quando i fiori sbocceranno, sarà primavera! » e continuava « Sai qual è il primo fiore che sboccia in primavera?» ed io allora le rispondevo « Le primule!». Non immaginate la gioia, quando le vedevo spuntare in quel prato incolto. Proprio come oggi.
L’inverno è trascorso, lasciando spazio alla stagione dei fiori e dei profumi.
Per cui, cosa c’è di meglio di un nuovo #booktag tutto primaverile?
L’ho “rubato” al blog diariodiunalettrice  , se volete fateci un salto!
Adesso pronti per il #booktag?
L’inverno è finito. Quale libro lanceresti nel camino insieme alla rimanenza di legna da ardere?

mi-piaci-da-morire-romanticamente-fantasy

QUESTO LIBRO E’ – come posso definirlo-  ILLEGGIBILE.
E si, ammetto di averlo letto anche fino alla fine.
In realtà è stata una mia compagna di classe a prestarmelo di sua spontanea volontà.
Di quanto era bello ed emozionante l’avrei dovuto leggere a tutti i costi!
E se fosse stato orrendo, come sarebbe stato?
No, davvero. Parla di questa ragazza di 31 anni, che si trasferisce nella Grande Mela, è single e cerca a tutti i costi un ragazzo con cui stare, ma tutti gli appuntamenti al buio organizzati dai suoi amici si rivelano un disastro! Volete che continui a parlarne?
Il titolo parla già da solo. E quella a morire sono stata io.

 

Tra i tuoi libri, qual è quello che fa subito primavera?
5577472
Non so perché, ma quando penso alla primavera mi viene in mente lei.
E’ vero, non tutte le poesie sanno proprio di freschezza primaverile, ma il più delle volte mi ritrovo a leggerle in questa stagione. Immaginatevi immerse nella lettura, adagiate proprio all’ombra di un albero di pesco.

Immagina una giornata soleggiata al parco, dopo mesi di tempaccio e di freddo, quale libro ti farebbe compagnia.
i-passi-dell-amore-libro-76915

Credo proprio ” I passi dell’amore”. So bene che non si giudica un libro dalla copertina, ma già da essa notiamo un senso di leggerezza. Non so chi di voi l’ha letto, o ha solo visto il film. Concorderete con me dicendo che questa è però una leggerezza che precede una tempesta dalle conseguenze disarmanti. Ho scelto  “I passi dell’amore”, perché è Jamie ad avere questa leggerezza. Una leggerezza disarmante. Jamie vuole viaggiare. Vuole scoprire. Vuole cantare. Vuole sposarsi. Vuole vivere. Quale libro è meglio di questo allora?

 

Primavera è rinascita. A quale libro ti fa pensare?

 

il-ritratto-di-dorian-gray-riassunto-del-libro-di-oscar-wilde1

Sembrerebbe quasi un controsenso. O forse no. Dalla morte alla vita.
Dorian si stava beffando della morte.
E sebbene sia un ragionamento contorto il mio, ho pensato subito a questo libro.

Si sa, primavera è anche meteo pazzerello. Il libro più pazzo che possiedi? O quello più imprevedibile che hai letto?
il-richiamo-del-cuculo-copertina-700x1050

Imprevedibile per me, perché – almeno fino a quel momento- non avevo mai letto un giallo. E la Rowling mi ha letteralmente fatta ricredere. “Il Richiamo del Cuculo” è un giallo con i controc******i

Se un libro fosse una rosa rossa
(Rosa rossa = vero amore, passione)

pagine-nostra-vita

Avrei potuto dire qualche altro libro di Sparks, oppure “Orgoglio e Pregiudizio” o “Cime Tempestose“, ma alla fine ho scelto questo. E non ci sono parole per descriverlo.

Se un libro fosse un’orchidea
(Orchidea = eleganza, sensualità)

5530_copertinaoceanomare_1258477364

L’eleganza di ogni singola parola, fa di questo libro un’orchidea.

Se un libro fosse una margherita?
(Margherita = semplicità, purezza)

il-piccolo-principe-1

Si, lo so che “Il Piccolo Principe” è per me come il prezzemolo nella minestra ( Detto calabrese “Putrusinu ogni minestra”), ma che ci posso fare? E poi non c’è un libro più puro e semplice di questo!

Se un libro fosse una rosa gialla
(Rosa gialla = Vergogna, gelosia)

la-saga-di-harry-potter-in-italiano-su-kindle-stor-1

Non dite che non vi aspettavate almeno un titolo di questi 7 libri!
Ho scelto di inserirli in questo punto non per vergogna, bensì perché sono gelosa di ogni singola lettera trascritta su queste pagine, ogni singola parola, ogni frase, descrizione del mondo del nostro maghetto.

Se un libro fosse una petunia?
(Petunia = collera)

51h4jpr8zil-_sy344_bo1204203200_
Un libro che mi ha messo più collera di tutti, insieme ad altri sentimenti contrastanti, è stato il secondo grande capitolo della saga Divergent di Veronica Roth.
Mi ha messo una rabbia assurda. Più leggevo, più avevo voglia di uccidere Peter, e poi Caleb, e poi Quattro, e poi Tris, e poi di nuovo Caleb, e poi Jeanine, e poi Evelyn, e mi fermo qui o rischierei di fare spoiler indesiderati.

Eccoci quindi giunti alla fine di questo #booktag, ma come avete abbondantemente capito, amo questo genere di tag per cui aspettatevene degli altri!
A presto.
Debbi96