Crea sito

Harry Potter spells #booktag

hp-spells
Ringrazio sospiri condivisi per avermi taggata in questo nuovo booktag, e mi scuso per l’immenso ritardo!
Non ho avuto un attimo di tregua, e sono riuscita a sedermi di fronte lo schermo del computer solo adesso, ma non vedevo l’ora di fare questo #booktag diverso dal precendente #booktag di Harry Potter che avevo già fatto.
Ma bando alle ciance!

  1. EXPECTO PATRONUM : un libro infantile che colleghi a ricordi positivi.

    La trilogia di Fairy Oak che ho letto da bambina.
    “Il segreto delle gemelle”, “L’incanto del Buio” e ” Il Potere della Luce” sono stati tre libri che hanno accompagnato la mia infanzia: Ho amato vagare per la valle di Verdepiano, conoscere la fata tata Felì, le gemelle Pervinca e Vaniglia, innamorarmi perdutamente di Grisam. E devo confessarvi che mi manca lottare con le gemelle e aiutarle a sconfiggere il Buio.

  2. EXPELLIARMUS: un libro che ti ha sorpreso positivamente.

    Un libro ad avermi sorpresa positivamente è stato – devo ammetterlo- La sedicesima Luna, tanto da andare a leggermi l’intera saga.
    All’inizio – forse perché già conoscevo, o credevo di conoscere, la storia dato che avevo visto il film- “La sedicesima Luna” non mi attirava.
    Ma andando avanti con la lettura mi sono ricreduta tanto da farla diventare una delle mie saghe fantasy preferite!

  3. PRIOR INCANTATO: il libro che hai letto più di recente.

    L’ultimo libro che ho letto – come sapete- è “Le avventure di Peter Pan”. Ormai mi conoscete, e conoscete il mio amore incondizionato verso Peter.
    E come ho scritto in quella che sarebbe dovuta essere una recensione, dopo aver letto i libri ” Peter nei giardini di Kensigton” e “Peter e Wendy” quest’amore è cresciuto ancora di più.

  4. ALOHOMORA: un libro che ti ha introdotto a un genere che prima non consideravi.

    Prima non consideravo il genere Classico.
    Mi sentivo lontana da questo tipo di narrativa, nuova per me.
    Ho sempre e solo letto romanzi fantasy, distopici, young adult.
    Un giorno il professore ci ha dato una lista di libri da leggere, e tra tutti scelsi “Il fu mattia Pascal“. E’ un amore-odio con questo libro: odio perché all’inizio non riuscivo proprio ad andare avanti con la lettura, e si sa che i libri letti per scuola sono sempre i più difficili, odio perché me lo ritrovavo sempre a lezione, tra una spiegazione e l’altra. Amore perché ho iniziato ad apprezzarlo, studiando.
    Amore perché mi ha aperto un mondo che non volevo conoscere, e nel quale ancor oggi, sebbene tutto, non mi sento tanto partecipe.
    Ma la mia valigia di viaggio è sempre aperta per nuove avventure.

  5. RIDDIKULUS: un libro che ti ha fatto ridere.

    Io mi immedesimo molto nei personaggi, sono fin troppe le volte in cui leggo e mi ritrovi a ridacchiare tra me e me, così come sono fin troppe le volte in cui scoppio a piangere. Un libro per il quale ho riso tanto e ho pianto allo stesso modo è stato “Cercando Alaska” di John Green.
    Forse la semplicità delle parole, lo stile narrativo scorrevole, le battute stesse dei personaggi, le loro risate che ancora posso sentirle tra le pagine, le cazzate, il fumo, il bere nascosti dai professori, gli scherzi, la spensieratezza.
    L’inizio. La prima parte di quel libro mi ha messo così tanta serenità e mi ha fatto ridere come mai nessun altro libro. Tutto ciò prima di farmi soffrire. (Tipico di John).

  6. SONORUS: un libro che pensi tutti dovrebbero conoscere.

    Assolutamente “Lo strano mondo di Alex Woods” di Gavin Extence.
    Ogni volta che nomino questo libro, nessuno ne ha mai sentito parlare.
    Ma io vi dico: Leggetelo.
    Soffrirete, piangerete, riderete. Questo libro vi rimarrà dentro. Fidatevi.

  7. OBLIVIATE: un libro che vorresti dimenticare di aver letto.
    Lo menziono sempre, e si avrei bisogno di un Obliviate .
    Mi piaci da morire“. Questo libro va cancellato non solo dalla mia mente, ma dalla faccia della terra. Scusate per la mia sfacciataggine, magari può anche piacere se lo si legge con tutti e due gli occhi chiusi e la mente a Narnia, ma No. Voglio un Oblivio. Adesso.
  8. IMPERIO: un libro che hai dovuto leggere per scuola.
    Un altro libro che ho dovuto obbligatoriamente leggere per scuola è stato “Metternich” di nonricordoqualescrittorestoricoitaliano con il quale avevamo un incontro in aula magna. Leggere quel libro è stato come pugnalarmi da sola.
  9. CRUCIO: un libro che ti ha fatto soffrire.
    Harry Potter e i doni della morte“. Mi sono accorta che non cito quasi mai un libro della saga nei miei #booktag ma questo è il momento adatto.
    Ogni singolo libro mi ha fatta soffrire, ma questo più degli altri.
    Sev…. non dico altro.
  10. GEMINIO: un libro di cui hai più di una copia.

    L’isola del tesoro”. Ne ho praticamente 5 copie. Sarà che a Natale i parenti lontani non facevano che regalarmi sempre diverse edizioni dello stesso libro.

  11. JELLYLEGS JINX: un amore romantico che ti ha fatto tremare le gambe.
    La memoria del Cuore” di Kim e Krickitt Carpenter.
    E’ una storia realmente accaduta che i due protagonisti hanno poi trascritto.
    Probabilmente avreste tutti visto il film con Channing Tatum, che non centra poi molto con il libro, ma la storia è sempre quella “Dopo un’incidente lei perde completamente la memoria e non si ricorda di suo marito, che cerca in tutti i modi di conquistare una seconda volta sua moglie”. Leggetelo. Vi farà davvero tremare le gambe.

    Eccoci giunti alla fine di questo nuovo #booktag!
    Eccovi le 4 piccole regoline:

Pubblicato da thebeautyandapileofbooks

Deb/ '96/ RC